Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Informativa sui cookies

Ministero dell’’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia – Direzione Generale

UFFICIO V – AMBITO TERRITORIALE  PER LA  PROVINCIA DI AGRIGENTO

Segreteria Particolare

Agrigento 29.05.2018 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gentile Dirigente Scolastico Rosaria Provenzano ,

La tragedia di Santo Stefano, in cui hanno perso la vita una madre e un figlio, mentre l’altra figlia lotta per la vita, ha naturalmente scosso tutti quanti ma in particolare io intendo esprimere il mio cordoglio con un segno di amicizia; in queste circostanze spesso ci si sente fuori luogo, gli amici credono di essere inutili in un momento come questo e non riescono a dire, scrivere o fare ciò che vorrebbero. Ma l'amicizia è un dono grande perché ci unisce senza doppi fini, senza altro scopo che la condivisione: diventiamo amici perché magari ci siamo conosciuti a una festa e da quel momento ,in cui abbiamo condiviso un’emozione ,si è creato tra noi un legame. Penso proprio alla Festa del 25 aprile celebrata a Santo Stefano: quasi certamente proprio in quella circostanza quella mamma e quel figlio erano insieme a noi, ci hanno salutato, hanno cantato insieme a noi ed hanno partecipato alla cerimonia celebrativa della Festa della Liberazione. Quando ho appreso la tragedia mi sono rivisto in quella piazza, cercando di ricordare tutte le persone che mi erano vicine e tra loro individuare la mamma ed il bambino, circostanza che mi ha molto rattristato.

La prego di estendere il mio profondo cordoglio ai familiari e alla comunità scolastica, alla quale mi sento particolarmente vicino.

Senza titolo-1.jpg